Le rose della passione

Dedicate a tutti gli innamorati, intitolate a personaggi famosi, ispirate all’arte, alla musica: sono le rose. Questa settimana l’amore raccontato da Shakespeare e due rose che lo interpretano: la rosa Desdemona e la rosa Shakespeare

Qualche pillola su Shakespeare

Drammaturgo tra i più noti al mondo, Shakespeare (1564 – 1616) ha vissuto sotto il regno di Elisabetta I: un periodo in cui si stava realizzando il passaggio tra la vecchia era medievale e il mondo moderno, una società in movimento. La sua fama comincia alla fine del ‘500 e poco si sa della sua vita precedente, tranne che ricevette una buona educazione: conosceva il latino e i classici letterari ed era di famiglia piuttosto benestante.

Le sue storie sono tormentate e appassionate al tempo stesso. Le sue tragedie esprimono l’indole umana in ogni sfaccettatura e sono intrise di forti passioni. Capace di eccellere sia nella tragedia, sia nella commedia, fu in grado di coniugare il gusto popolare della sua epoca con una complessa caratterizzazione dei personaggi, una poetica raffinata e una notevole profondità filosofica. Ebbe grande successo in vita, ma la sua fama oltrepassò ogni confine solo dopo la morte.

Ed è proprio alla protagonista di una delle sue tragedie più famose che David Austin, tra i più famosi ibridatori inglesi, dedicò una rosa molto particolare: la rosa ‘Desdemona’, il personaggio centrale della tragedia “Otello”, simbolo di un amore puro e appassionato.

Eccola, è disponibile in vivaio da piantare a radice nuda.

Lo stesso ibridatore usava spesso personaggi letterari per intitolare le sue rose e per ben due volte scelse proprio Shakespeare. Il primo ibrido dedicato all’autore si rivelò piuttosto suscettibile alle malattie che affliggono le rose in Inghilterra, lo ritirò quindi dal mercato, e ne produsse un secondo tipo, con le stesse caratteristiche, ma più resistente, la ‘William Shakespeare 2000’.

Guardatela! Anche questa rosa disponibile in vaso nel nostro vivaio.

La rosa ‘Desdemona’

Questa rosa è dedicata alla tragica eroina dell’ “Otello” di Shakespeare, la sua crescita è rapida, l’arbusto sano, vigoroso e dall’aspetto arrotondato e folto. I boccioli di colore rosa pesca si schiudono in splendide fioriture di colore bianco puro con un accenno di rosa all’inizio della fioritura. I fiori a forma di calice spandono una forte fragranza di rosa antica con sentori di mirra e scorza di limone e sono resistenti alla pioggia.

‘Desdemona’ è la scelta perfetta per una bordura di sole rose o anche per una bordura mista grazie alla sua lunga fioritura: da maggio ai primi geli.

‘William Shakespeare 2000’

Rosa 'William Shakespeare 2000'E’ una rosa dal color cremisi, è, a dir poco, sontuosa e la più bella rosa rossa inglese creata sino ad oggi. Poco dopo il suo lancio cominciò a manifestare la sua propensione a contrarre la ruggine e la ticchiolatura nella nativa Inghilterra. Austin la ritirò quindi dal mercato, e la sostituì con la rosa denominata ‘William Shakespeare 2000’.

Ha un portamento cespuglioso ordinato ed eretto, con ogni fuso recante numerose spine e un gruppo di fiori di colore rosso scuro con sfumature porpora. I lunghi steli, caratteristici di questa pianta, la rendono particolarmente adatta al taglio per creare mazzi davvero inebrianti. I fiori più grandi e più belli sbocciano in autunno quando il tempo è più fresco. Ottima la sua resistenza alle malattie emana un profumo intenso e caldo di rosa antica.

E come al solito non può mancare l’invito a recarvi nel nostro vivaio. Qui, in vaso o da piantare a radice nuda, troverete ogni tipo di rose e potrete scegliere le più adatte per esprimere le vostre più belle e profonde parole d’amore.

Approfittate dell’apertura straordinaria: festeggiamo con voi San Valentino rimanendo aperti sia domenica 13, sia lunedì 14 febbraio.

Share This
×

Ciao, per informazioni o problemi relativi agli ordini invia una mail a info@flora200.it indicando nome, recapito e numero dell'ordine.

× Come posso aiutarti?