Vuoi rifare il prato?

Quando il tuo tappeto verde, assume il tipico aspetto da cotoletta, è ora di mettervi mano. Dietro uno straordinario prato, c’è sempre un lavoro accurato.

La prima cosa è valutare attentamente il tipo di terreno, poi predisporre l’intervento a partire dall’autunno.
Diserbare tutta la superficie e una volta ingiallita l’erba ammendare spargendo torba, sabbia grossa e concime organico come cornunghia.
Lavorare il terreno esponendolo all’aria, ed eliminare ulteriori erbe che possono nascere.

Questo è anche il momento per predisporre l’impianto di irrigazione e eventuale impianto di illuminazione.

A marzo, livellare bene il terreno e seminare a  festuca in modo da ottenere un prato folto e resistente. Dopo la semina, irrigare abbondantemente ed ovviamente, non calpestare assolutamente.

Per mantenere sempre un prato “in ordine” con un effetto all’inglese, eseguire lo sfalcio almeno una volta la settimana e fare attenzione all’insorgere di macchie gialle soprattutto nei periodi di caldo umido, in quanto indicano la presenza di malattie fungine.

Infine ricorda sempre che un prato, altro non è che un insieme gigantesco di tante piccole piante, che come tutte necessitano di nutrimento continuativo: un prato verde è sempre un prato alimentato in modo giusto.

Share This
×

Ciao, per informazioni o problemi relativi agli ordini invia una mail a info@flora200.it indicando nome, recapito e numero dell'ordine.

× Come posso aiutarti?