Rose e peonie: una gara di bellezza, colori e profumi

Anche questa settimana il Maestro Giardiniere Carlo Pagani racconta: ancora, al centro, rose e peonie che gareggiano per bellezza, colori e profumi. Novità anche per orto e frutteto che proseguono il loro sviluppo di mezza primavera. 

Il giardino

Rose

Rose, sono ora le protagoniste assolute in tutte le loro varietà: arbustive, tappezzanti e rampicanti. Queste ultime, in virtù degli ampi volumi che coprono, dispongono di una quantità di fiori che stupisce per la loro bellezza.

Le rose inglesi sono al massimo splendore, grazie anche al clima mite di questa tiepida primavera. Segno, non solo di un’armoniosa condizione estetica, ma anche di buona salute dal punto di vista fitosanitario. La mancanza di pioggia infatti, impedisce il manifestarsi delle loro più comuni malattie, Ticchiolatura e Mal bianco. Tutto quindi procede per il meglio!

Per guardare la nostra collezione di rose, clicca qui!

Rosa dei pittori

Rosa dei pittori

Peonie

Come noto, la natura è coerente in ogni sua espressione e le piante, in genere, vi trovano la loro giusta dimensione. Fatto salvo, talvolta, l’esser concorrenti in termini di bellezza: in questo periodo la gara si gioca tra rose e peonie. La fioritura di queste ultime – contemporanea a quella delle rose – ne rende difficile la scelta.

Alla sontuosa e variegata fioritura, le peonie aggiungono poi, un profumo intenso e dolce come quello delle varietà Honey Gold o Gay Paree. Segnalo anche le peonie Itho, originali e al tempo stesso antiche, di colore giallo, che appaiono in tutto il loro splendore nella varietà Bartzella.

Per guardare la nostra collezione di peonie, clicca qui!

Erbacee

Le bordure fiorite dei sentieri e delle aiuole, non hanno nulla da invidiare, in questo periodo, ai border inglesi. A ornarli con splendida efficacia, la Nepeta ‘Six Hill’s Giant’, che svetta con i suoi fiori celesti e una fioritura che continuerà fino alla fine dell’estate. Solo un piccolo accorgimento: i fiori esauriti sono da staccare per consentirne la rigenerazione continua. Per chi pensa di stupire con le erbacee perenni, può attingere anche, alla vasta gamma di Gaura lindheimeri, di colore bianco e nelle nuovissime varietà con fiori rosa e rossi.

E per chi ha il giardino all’ombra le soluzioni non mancano. Ci sono fuchsie, bacopa, begonie, lobelia, pronte per essere trapiantate in fioriera o nelle bordure miste.

E’ una tavolozza di colori pronta a dipingere il vostro giardino, completamente in fiore e che vi aspetta nel nostro vivaio.

  • Guardalo qui ma non mancare di venire di persona.
  • E per gli acquisti, visita lo shop on line, troverai tutte le varietà di fiori e piante di stagione per il tuo giardino.

L’ orto

Ultimi giorni per mettere a dimora le plantule di pomodori, affrettatevi siamo già alle prime fioriture, come del resto per meloni e cocomeri. Le lattughe, di cui mi piace scrivere mensilmente anche su Gardenia, vanno invece trapiantate ogni 15 giorni per ottenere una maturazione scalare e poterle consumare con regolarità. Ancora una quindicina di giorni e sarà da raccogliere l’aglio. Stanno maturando i primi frutti delle zucchine. Vanno raccolti subito senza farli crescere per consentire alle piante di irrobustirsi. Stessa regola vale per melanzane e peperoni.

Si sta ancora ingrossando invece la cipolla Tropea, bisogna attendere che sia bella rotonda per poterla raccogliere.

Per la manutenzione dell’orto, non dimenticate la sarchiatura tra i filari di piante. Smuovere il terreno in superficie serve a ridurre le annaffiature. Come dicevano i vecchi ortolani: ogni zappatura consente di risparmiare tre annaffiature!

Clicca qui per acquistare le orticole adatte al tuo orto.

Mix zucchine

Il frutteto

Le viti hanno ormai le foglie completamente aperte. Appaiono già minuscoli grappoli in prefioritura, ed è il momento giusto per fare il primo trattamento con ossicloruro di rame. Che è poi il classico verderame da vigneto da miscelare allo zolfo in dosi, rispettivamente di 5 e 2 grammi per litro.

Attenzione agli afidi che potrebbero attaccare le drupacee: pesche e prugne. Se volete trattarle con metodo biologico usate olio di neem nella dose di 3 ml. al litro.

Share This
×

Ciao, per informazioni o problemi relativi agli ordini invia una mail a info@flora200.it indicando nome, recapito e numero dell'ordine.

× Come posso aiutarti?