A passeggio in giardino alla scoperta delle nuove fioriture e poi nell’orto e nel frutteto

Eccoci alla settimana delle esplosioni…di fioriture ovviamente! Scopriamole insieme passeggiando in giardino. E poi di nuovo passiamo in rassegna le sorprese della settimana di orto e frutteto.

Le esplosioni di fioriture

Svaniscono Le fioriture dei meli da fiore. Ne rincontreremo la vitalità a fine estate e per tutto l’autunno coi suoi piccoli frutti colorati. Sfiorisce anche l’ultima varietà, forse la più bella di tutte il Malus Brandywyne, con le sue rosette semidoppie uniche nel suo genere.

Lillà ed erbacee perenni

Alabama Summer

Alabama Summer

Tra i Lillà, il primo ad aprire il sipario dei profumi e quindi a fiorire, è la Syringa Macrophylla con i suoi copiosissimi fiori rosa e una fragranza così intensa da essere percepita sino ad una decina di metri. Non dimenticate mai che un giardino si ricorda se profumato!

Le erbacee perenni iniziano ora a colorare le bordure dei giardini che stavolta, solo per stavolta chiameremo border: fa molto English! Per primi spuntano i Geum nella variatà, Alabama Summer, piccole nuvole arancio che colorano di primavera le basse quote.

Per scegliere le erbacee perenni, clicca qui.

Le rose

Anche le rose rampicanti iniziano a mostrarsi in tutta la loro travolgente bellezza, le prime a fiorire sono: le rose Banksia nelle varietà Lutea coi piccoli fiorellini gialli doppi; la varietà Lutescens sempre con fiori gialli semplici e l’Alba Plena, col suo immenso bianco immacolato che può raggiungere 10/15 metri di estensione.

E a proposito di rose, vi faccio notare che la recente pioggia ha aumentato il tasso di umidità dell’ambiente favorendo così, insieme al tepore di questi ultimi giorni di sole, la discesa in campo della Ticchiolatura. La riconoscete dall’ingiallimento delle foglie punteggiato di marrone: è un vero flagello. Bisogna intervenire immediatamente col trattamento specifico Duaxo PPO della Compo, da somministrare nella dose di 10 ml. al litro, servirà anche contro l’Oidio. Non dimenticate poi, che per tenere sotto controllo le malattie fungine, il metodo migliore rimane la prevenzione. Quindi trattate le rose quando ancora sono sane!

Tra i rampicanti simili alle rose e in fiore in questi giorni, segnalo una delle tante varietà di Clematis, la Miss Bateman. Esprime poderosamente la sua robustezza con l’enorme dimensione dei suoi fiori. Se accostata a una rosa rampicante, lo spettacolo è tale da suscitare la sicura invidia dei vicini.

Ecco le tue rose preferite, per guardarle, clicca qui.

L’orto

Pomodoro Rosamunda

Pomodoro Rosamunda

Piantare, piantare, piantare, non tanto per emulare il più famoso vincere dei tempi bui, quanto per  impostare le coltivazioni dell’orto con razionalità, dando corretto rilievo alle singole varietà di ortaggi. Mi riferisco in particolare ai pomodori da mensa, come la varietà Rosamunda dalla polpa rosa e dall’aroma dolce e delicato o al pomodoro Patataro, una antica varietà riapparsa di recente sul mercato. Quest’ultimo è gustosissimo, tagliato a fette e condito con olio extra vergine d’oliva e origano. E’ poi il momento di spruzzare il verderame (ossicloruro di rame) nella dose di 5 grammi al litro: preserverà queste piante dagli attacchi di Peronospora. Non dimenticate: non si devono bagnare la foglie, significherebbe  condannarle alle malattie fungine! E già che ci siete, spruzzate di verderame anche, zucchine, meloni, cocomeri e fagioli: tutte piante sensibili alle malattie fungine. Anch’esse si possono piantare proprio questa settimana, visto che ormai le temperature sono stabilmente tiepide.

Per acquistare le piante dell’orto, clicca qui.

Frutteto

Uva pizzutella

Uva Pizzutella

Anche nel frutteto, per i ritardatari, è ancora tempo di piantagioni. Ad esempio di uva da tavola, se la pergola calza bene, si può piantarla anche in giardino. Queste piante coltivate in vaso manifestano, sin da ora, la presenza di piccoli grappoli d’uva, ecco che sarà possibile gustare uva già da quest’anno! Subito dopo averla piantata, fertilizzate la pianta con una manciata di Compo Blu. E’ utile spargerlo anche su fragole, glicini e melograni per l’apporto elevato di potassio e microelementi come il magnesio. Volete un consiglio sulle varietà migliori? Eccole: Pizzutella nera e le novità “trattamento esenti” (che significa prive di malattie) come la Esther e la Adina!

Alè, alla prossima settimana con i piccoli frutti da sottobosco!

Share This
×

Ciao, per informazioni o problemi relativi agli ordini invia una mail a info@flora200.it indicando nome, recapito e numero dell'ordine.

× Come posso aiutarti?