Cosa mettiamo sotto gli alberi?

Dal 15 al 30 settembre una rassegna speciale per chi ha il giardino in ombra

Dal 15 al 30 settembre presso il nostro vivaio, un’esposizione particolare dedicata alle piante da ombra, per chi ha giardini poco illuminati e con diverse declinazioni di luce: cupa, leggera o luminosa.

La definizione di ombra, potrebbe sembrare una definizione vaga, è in realtà molto importante. Distinguere la gradazione di luminosità dei giardini: cupa, leggera, luminosa, serve a ottenere le migliori fioriture. Vi aiuteremo noi a riconoscere qual è la “vostra ombra” e a scegliere le piante più adatte da mettere sotto i vostri alberi!

Non è da sottovalutare infatti, la bellezza e il valore di uno spazio ombreggiato e delle piante che possono colonizzarlo. Spesso quando si pensa al giardino, si tende ad idealizzarlo come un luogo dove solo ciò che viene baciato dal sole può generare bellezza e profumo. Ecco quindi alcune piante che per fogliame o fioritura impreziosiscono il giardino in ombra e lo rendono un ambiente rilassante e di pregio.

Hosta

Arrivata in Italia dal Giappone circa una trentina di anni fa e chiamata con il nome di ‘Funkia’, non ci ha messo troppo a conquistarsi l’amore degli appassionati di botanica. Appartenente alla famiglia delle Agavaceae, comprende una trentina di specie e circa 3000 varietà che si differenziano per le dimensioni del fogliame e le loro colorazioni creando stupendi cespugli tappezzanti. Le foglie sono di forma lanceolata o cuoriforme, vanno dai 4 ai 40 cm di lunghezza con colorazioni dal verde tenue al giallo, passando per il blu rame. Le ibridazioni hanno permesso di ottenere anche cultivar con variegature interessanti nelle tonalità del bianco, giallo e verde scuro. Verso fine agosto questa pianta produce una spiga che porta le infiorescenze: graziose campanule bianche o rosa delicatamente profumate che attirano gli insetti pronubi. Sono perfette come piante da aiuola o bordure. Attenzione alla limaccia, nemico numero uno: è ghiotta delle loro foglie.

Per vedere tutte le varietà clicca qui

Tricyrtis o Giglio Rospo

Pianta perenne rizomatosa appartenente alla famiglia delle Lilliaceae, prospera felicemente nel sottobosco o all’ombra di piante maggiori, in prossimità di zone umide. Rustica e resistente, forma lunghi steli segmentati producendo foglie, lunghe e lanceolate, verde argenteo e leggermente tomentose all’altezza dei nodi. La fioritura avviene in tarda estate/autunno e produce fiori che per forma e colore ricordano molto gigli e orchidee. I fiori sono formati da 3 tepali interni e 3 tepali esterni, screziati di bianco, viola, rosso, giallo. Resistente al freddo (soppravvive fino a -20°C!) è una pianta che merita davvero di essere considerata per il suo valore ornamentale. Le due principali cultivar sono la ‘Hirta’ e la ‘Formosana’.

Per scegliere questo fiore clicca qui

Heuchera

Pianta erbacea perenne cespitosa appartenente alla famiglia delle Sassifragacee, ideale per creare bordure colorate dalle dimensioni contenute. Negli anni sono stati prodotti ibridi di eccezionale bellezza, con fogliami che vanno dal verde screziato, al viola, al rosso, al giallo. Non supera i 30-40 cm di altezza. Le foglie si presentano disposte in rosette non troppo ravvicinate, con margine frastagliato che ricorda vagamente il Pelargonium. Le venature sulle foglie, talvolta di colore a contrasto con il tessuto della foglia, le conferiscono un prezioso tocco. Dalla primavera fino alle prime giornate autunnali, l’Heuchera fiorisce producendo lunghi steli che portano in cima i piccoli fiori a campanella color panna o rosa. Pianta di facile coltivazione, tende a perdere le foglie nei periodi con climi dai freddi rigidi, ma in condizioni ideali è una pianta sempreverde.

Scopri questo fiore nel nostro vivaio. Clicca qui

Astilbe

Pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Sassifragaceae è una pianta che cresce stupendamente in zone del giardino di transizione tra le aree soleggiate e ombreggianti, tollerando bene le ore di luce diretta del mattino e del tramonto.  Forma densi cespugli dalle dimensioni variabili: si passa dalle varietà compatte di 40-50 cm a piante di 150 cm. Le foglie ricordano quelle delle felci e per tutta l’estate questa pianta regala un’esplosione di infiorescenze dall’aspetto vaporoso e dai colori più vari: bianco, panna, rosa, fucsia o lilla, che, ondeggiando elegantemente al vento, sopra l’altezza del cespuglio, donano movimento alla composizione. Se esposta completamente all’ombra, l’Astilbe prospera creando bellissimi cespugli con una fioritura, però, in questo caso, meno abbondante. Non teme il freddo e può resistere a temperature al di sotto dello zero senza problemi. D’estate è invece necessario mantenere fresco il terreno che le sta intorno.

Ecco qui i nostri Astilbe

Helleborus

Conosciuto anche con il nome di “Rosa di Natale”, per via della sua fioritura tipicamente invernale, appartiene alla famiglia delle Ranunculaceae. Essendo una rizomatosa, non ha problemi a riprodursi spontaneamente una volta messa a dimora, sia per formazione di nuovi cespi che per seme. È una pianta che regala grandi soddisfazioni poiché molto rustica e prolifica. Apprezza ambienti freschi ed ombreggianti. Per favorirne lo sviluppo il terreno deve essere fertile e tendenzialmente acido. La fioritura si ha dai primi freddi fino alla primavera, con fiori formati da 5 tepali. In commercio si trovano molti ibridi di Helleborus orientalis che si differenziano per i colori dei fiori (dal color panna al bordeaux), le screziature e anche la forma doppia della corolla. Ideale per bordure dai colori alternati, che diventano le protagoniste invernali dei vostri giardini.

Per scoprire tutte le varietà del nostro vivaio, clicca qui

Hydrangea

Ultima, anche se non per importanza, l’ortensia. Pianta da ombra leggera per antonomasia. Ne esistono di diverse cultivar, la più famosa è sicuramente la Hydrangea macrophylla che produce racemi fioriti a partire dalle gemme che nascono sui rami legnosi dell’anno precedente. Ricordiamo anche le Hydrangea quercifolia, le Hydrangea paniculata e le Hydrangea serrata. Richiedono un terreno fresco e dal pH acido, questo parametro determina, in alcune varietà, il colore dei fiori che potranno essere più tendenti all’azzurro o al rosa in base al grado di acidità del suolo durante la fase di maturazione dei racemi. Per tutto il periodo estivo le ortensie formano grandi infiorescenze di fiori fertili e sterili, globose, piatte, o a forma di pannocchia. A seconda della varietà che scegliete avrete piante compatte (intorno al 1,5 m. come nel caso delle arborescens) oppure più voluminose (tra i 3-5 m. nel caso delle paniculata). La Serrata è una cultivar proveniente dal Giappone, apprezzata per l’eleganza delle sue infiorescenze piatte chiamate “Lacecap”. A dispetto di quanto si possa pensare, le ortensie sono piante resistenti e rustiche. Resistono bene al gelo, purché non in fase vegetativa (gelate tardive), e possono crescere praticamente a qualsiasi latitudine. Richiedono solo un terreno con buon drenaggio per evitare ristagni idrici tra le radici. Le potature possono essere eseguite per questioni di manutenzione senza troppi problemi eccetto che per la macrophylla.  Per quest’ultima varietà la potatura dei rami coi fiori secchi dell’anno precedente, deve essere fatta in primavera. L’ortensia è una pianta decidua, perciò nel periodo invernale resta senza foglie. Si presta perfettamente per creare spettacolari siepi e cornici fiorite.

Ecco qui le nostre ortensie.

Per scoprire le tue piante preferite visita il nostro shop on line clicca qui 

Share This
×

Ciao, per informazioni o problemi relativi agli ordini invia una mail a info@flora200.it indicando nome, recapito e numero dell'ordine.

× Come posso aiutarti?