Giardino e balcone: piante in vaso, una risorsa per entrambi

Vegetazione ricca e armoniosa per giardini e balconi. Il lavoro del giardiniere non si ferma mai, neppure in inverno, ecco le piante da scegliere e una mini guida per potare i rampicanti.

Vasi per ravvivare i giardini

Alcune proposte

 Bosso: mettetelo in un vaso di circa 40 cm di diametro dopo averlo potato a forma di palla più o meno delle stesse dimensioni. Riempirà balcone o il giardino dando forma ai vostri spazi verdi in modo più che soddisfacente.

Heuchera: riempite vasi alti e stretti a tronco di cono, con una collezione di queste rusticissime piante. Le dimensioni ottimali sono di circa 24 cm di diametro: ecco come “arredare” un sottobosco spento e monotono con foglie di grande personalità, rosse, gialle, viola etc.: mettendole nei vasi, offrirete un riparo dalle lumache che ne sono golosissime.

Primule e bulbi: c’è spazio anche per loro. Punteggiate di colore balconi e giardino.

Cornus alba ‘elegantissima’: da tenere al sole e da piantare in vaso. Potete disporlo a intervalli regolari lungo un vialetto o a gruppi in una bordura di rose ricadenti, spoglia in questi mesi invernali.

Mettete in giardino un pizzico di fantasia: utilizzate un mastello zincato, di quelli che servivano alle lavandaie di un tempo, è un’ ottima scenografia. Alcune idee: al suo interno piantate un melo colonnare, per dare slancio all’insieme, più un tappeto di ellebori e ,infine, due diversi tipi di bulbi primaverili.

Se non volete effetti troppo ridondanti, riempite il mastello solo con un arbusto speciale nel modo di fiorire e ornare. Suggerisco il Viburnum o il corbezzolo.

Guarda qui che begli arbusti abbiamo in vivaio!

Potare i rampicanti

La potatura dei rampicanti è diversa da quella degli arbusti, in quanto inizia ai primi stadi di sviluppo, soprattutto nel caso di glicini, begonie, caprifogli, gelsomini. Prima di mettervi al lavoro cercate di capire come funziona. Si tratta di scegliere i rami guida, destinati a diventare il “telaio” vegetale su pergole, grigliati, colonne. Una volta individuati i tralci più robusti, li si conserva integralmente, li si lega nella posizione in cui diventeranno solida ossatura e quindi si procede a eliminare tutti gli altri tralci sino alla base. La vegetazione che si formerà l’anno successivo andrà speronata, cioè accorciata a 5-10 cm di altezza. Questo metodo di potatura impedisce che i rampicanti diventino un groviglio di liane secche ed ingombranti rischiando di compromettere la fioritura.

Per tutto quello che serve in giardino visita lo shop on line

Share This
×

Ciao, per informazioni o problemi relativi agli ordini invia una mail a info@flora200.it indicando nome, recapito e numero dell'ordine.

× Come posso aiutarti?