Agapanthus, elegante ed esotico

Agapanthus fiore d’estate: forma slanciata, origini esotiche e fioriture per tutta la stagione estiva. Scopriamo il magico mondo di questa pianta elegante dal color del cielo.

Agapanto

Agapanthus, è un genere di piante erbacee perenni angiosperme monocotiledoni. Originario dell’Africa Meridionale, è anche noto come il Giglio africano. E’ capace di produrre almeno due o tre infiorescenze ogni stagione. Fa parte della famiglia delle Alliaceae, composta da circa 10 specie: sempreverdi o decidue a seconda del clima in cui vivono: provengono da praterie aperte e luoghi rocciosi, per lo più nelle vicinanze di stagni e corsi d’acqua.

Agapanto blu

Caratteristiche

È una bulbosa che può essere tranquillamente coltivata in vaso, ma è possibile, in determinate condizioni climatiche, piantarla in piena terra: esalterà la bellezza delle aiuole fiorite nel vostro giardino. Ha un fusto alto tra i 60 ed i 100 cm estremamente eretto e carnoso. Le foglie di questa pianta sono molto caratteristiche, essendo nastriformi e lunghe sino ad 80 cm. I suoi fiori sono molto particolari, caratterizzati da steli fiorali eretti che recano in cima ombrelle, composte da innumerevoli corolle campanulate nei toni del blu, azzurro e bianco. La pianta si sviluppa da radici rizomatose che vanno interrate in primavera in modo da far emergere il fusto dal terreno.

Venite a visitarci in vivaio è in esposizione una speciale rassegna “Summer garden”, dove oltre all’agapanto, troverete tutte le fioriture dell’estate.

Principali specie e varietà

Gli Agapanthus si dividono in due grandi gruppi.

Quelli a foglia caduca caratterizzati da foglie che entrano in un vero e proprio stato di riposo vegetativo durante i mesi più freddi per poi tornare alla normale attività nel periodo primaverile e in estate.

Quelli a foglie sempreverdi, maggiormente utilizzati per la coltivazione in giardino e più resistenti rispetto alle specie prima indicate. Presentano foglie più grandi, infiorescenze abbondanti ben al di sopra delle foglie.

Coltivazione

Il terreno può essere composto da torba, terriccio di foglie, sabbia e da una parte di concime. Di solito viene consigliato un concime a lenta cessione da distribuire nel momento della ripresa vegetativa in primavera.

Durante l’inverno e nel periodo vegetativo è meglio un’esposizione calda e in pieno sole. Questo aiuterà, insieme ad un buon drenaggio ed una spessa pacciamatura ottenuta cospargendo il terreno di torba e paglia, a mantenerli vitali e vederli ricrescere ogni anno. Durante i mesi estivi, invece è meglio trovare una zona in semi ombra soprattutto quando il sole è a picco.

Se coltivati in vaso, le radici rizomatose andranno poste in vasi larghi per evitarne la rottura a causa dell’espansione delle robuste radici della pianta.

Per la coltivazione in piena terra si dovrà avere cura, nel periodo invernale, di ricoprire il piede della pianta con una coltre di foglie o di paglia in modo da proteggerla dal gelo. Per la coltivazione in vaso invece si dovrà porre  la pianta in luogo riparato, in modo che non sia esposta a una temperatura al di sotto dello zero. In Italia è molto comune la loro coltivazione in vaso: consente in modo agevole il ritiro invernale e favorisce la fioritura, grazie allo spazio ristretto in cui sono confinate le radici.

Le annaffiature devono essere molto frequenti subito dopo l’interramento del tubero e fino all’autunno, sono da sospendere in inverno. La moltiplicazione avviene per divisione preferibilmente durante il periodo primaverile, mentre la moltiplicazione per seme di solito viene sconsigliata in quanto occorrerebbero diversi anni prima che la pianta raggiunga la fioritura.

Venite a trovarci in vivaio, oltre a piante di ogni genere, troverete tutto ciò che serve per curare e coltivare con successo il vostro giardino. E se non volete muovervi, visitate lo shop on line! Potrete scegliere anche qui le piante e i fiori che preferite.

Share This
×

Ciao, per informazioni o problemi relativi agli ordini invia una mail a info@flora200.it indicando nome, recapito e numero dell'ordine.

× Come posso aiutarti?