COLTIVARE BIOLOGICO

Una vita più sana passa dal biologico, da coltivazioni effettuate nel rispetto dei ritmi naturali e dell’ambiente. Tutto quello che serve per iniziare.

orto

Biologico, “bios logos” una parola il cui significato letterale è “discorso sulla vita”; un termine che oggigiorno ha assunto una accezione  più ampia che va dalle norme agricole, ad uno stile di vita etico e rispettoso dell’ambiente.

In agricoltura e giardinaggio, si intende ovviamente un metodo di coltivazione senza impiego dei prodotti di sintesi, derivati chimici ad alto impatto ambientale; coltivare biologico significa significa riappropriarsi di una conoscenza antica ma sfruttando anche i vantaggi offerti dalle nuove formulazioni di origine naturale, le quali consentono di risolvere efficacemente le varie patologie, avendo la certezza di tutelare l’ambiente e la salute.

 


Punti chiave

– prevenzione: intervenire prima dell’insorgere delle patologie;

– insetti: favorire e proteggere gli insetti utili; —>  qui l’approfondimento

– ammendare: utilizzare colture di sovescio come leguminose, le quali hanno la capacità di fissare l’azoto nel terreno arricchendolo naturalmente, letame “maturo” e tutto ciò che deriva dal compostaggio migliorano la naturale trama del terreno;

– rotazione delle colture: non sfruttare il suolo coltivando continuativamente il medesimo appezzamento di terreno con la stessa coltura; questo ostacola anche l’insediarsi degli insetti fitofagi.

 

bimba e melo

Curare naturalmente
per un giardino più bio con semplicità; ecco gli alleati per difendere le tue piante da parassiti e patologie fungine:

Azadiractina: previene gli attacchi dovuti ad afidi, mosca bianca, dorifora, larve di lepidottero.
Principio attivo estratto dall’albero del Neem ovvero “Azadirachta Indica”, una pianta straordinaria che si presta a molteplici utilizzi. Antisettica, antivirale, fungicida; in India con le sue foglie ci si puliscono i denti, si curano i disturbi della pelle e si ricava un infuso dalle proprietà toniche.
—> il prodotto

Piretro: debella infestazioni dovute ad afidi, mosca bianca, dorifora, larve di lepidottero.
Principio attivo estratto dal Crysantemum Cinerariafolium, e costituisce uno degli insetticidi più conosciuti e antichi.
—> il prodotto

Olio minerale: debella infestazioni dovute a cocciniglia
Detto anche olio bianco è un prodotto derivato dalla lavorazione di oli minerali purificati. —> il prodotto

Bacillus subtilis: fungicida che previene ticchiolatura, monilia, botrite e batteriosi.
Batterio Gram-positivo naturalmente presente nel suolo, il quale ha anche la caratteristica di favorire l’irrobustimento della pianta.

Bacillus thuringiensis: insetticida contro larve di lepidotteri e gli insetti defogliatori.
Batterio sporigeno naturalmente presente nel terreno le cui spore vengono purificate. Il prodotto viene irrorato sulla pianta e agisce per ingestione liberando tossine che uccidono l’insetto. —> il prodotto

Spinosad: insetticida contro carpocapsa, larve defogliatrici, nottue, cavolaia, cetonia della rosa.
Di derivazione batterica, si ottiene dalla fermentazione di metabiliti causata da Saccharopolyspora spinosa, un batterio naturalmente presente nel terreno. —> il prodotto

Rame: minerale disponibile sotto forma di ossicloruro, fungicida che va somministrato preventivamente e combatte peronospora, batteriosi, ticchiolatura, bolla, corineo, mal secco, gommosi, antracnosi. —>  il prodotto

Zolfo: minerale che si presenta come polvere da diluirsi in acqua, è un fungicida curativo e particolarmente efficace contro il mal bianco (oidio). —>  il prodotto

 

 

Nutrire naturalmente
gli ammendanti che apportano nutrienti e migliorano la tessitura del terreno:

Letame compostato o pellettato: nutrimento per eccellenza, il letame bovino o equino, lasciato decomporre con la paglia svariati mesi sino a che perde in parte il caratteristico odore e prende un aspetto simile alla terra sarebbe l’ideale. In mancanza di questo esiste il letame pellettato,il quale viene letteralmente “cotto” in appositi forni che lo rendono immediatamente disponibile. —> il prodotto

Cornunghia: derivato della lavorazione delle carni, consiste letteralmente in unghie e corna opportunamente sminuzzate, pellettate o ridotte in farina. Ammendante a lenta cessione e di ottima qualità che apporta azoto e fosforo. Si rivela particolarmente adatto per le concimazioni invernali. —> il prodotto

Dermazoto: è cuoio torrefatto ad alto tenore azotato da impiegare durante l’inverno e la primavera. —> il prodotto

Sequestrene: fertilizzante a base di chelati di ferro solubile in acqua. Favorisce i processi metabolici curando clorosi e ingiallimenti fogliari, rendendo la pianta più sana e forte. Particolarmente indicato da somministrare alle acidofile come le Ortensie (Hydrangea) —> il prodotto

 

 

Coltivare biologico è un’arte che richiede sapienza e lo sviluppo di una profonda empatia con l’ambiente, è l’arte dei piccoli passi, è rientrare in contatto con la natura e sentirsi parte di essa.

 

Rosa Claire Matin - Angeli